mercoledì 17 settembre 2014

Ai bordi dell’ abisso di Mariano Ciarletta

 a

Ai bordi dell’ abisso di Mariano Ciarletta
Formato Kindel e cartaceo
Nella tranquilla cittadina di Bordeaux, in Francia, la prestigiosa famiglia Bergson si trova a dover fare i conti con qualcosa di oscuro. Una minaccia incombe sul di loro e sul primogenito Ranier Bergson vittima di una terribile possessione demoniaca. Tutto sembrerà perduto, ma due sacerdoti riconoscendo il vero male che affligge l’ anima del ragazzo cercheranno in tutti i modi di salvarlo. Un romanzo che offre il tema della possessione demoniaca vista come scontro tra scienza e fede, tra superstizione e credenze, una lotta all’ ultimo minuto per salvare l’ anima del giovane Ranier dalle spire del male.



BIOGRAFIA DELL’ AUTORE

Mariano Ciarletta Salernitano,  studente  iscritto alla facoltà di Lettere con indirizzo Beni Culturali
Vive   a Mercato San Severino. Fin da piccolo Ama il genere horror

 Si interessa soprattutto a temi come la possessione demoniaca, l' esorcismo e gli scritti di padre Amorth e Matteo la Grua. Inizia la sua attività di scrittura presso il giornale - redazione l' informatore della autonomie locali che poi pubblicherà anche il suo primo romanzo: Rami nel Buio, l' esorcismo di Amanzio Evenshire.


6 commenti:

  1. Ho conosciuto l' autore di persona. Sono mesi che non lo vedo, ma lo ricordo con molta simpatia.
    Volevo chiedergli: come è nata la tua passione per il genere horror? Non hai paura quando scrivi e tratti tali argomenti?

    RispondiElimina
  2. Innanzitutto vorrei ringraziare Monica Pasero per la bellissima iniziativa. Caro Anonimo, mi dispiace non poterti chiamare con il tuo vero nome, ma forse ho capito chi sei ;) :D ti rispondo subito, la mia passione per tale genere è nata quando avevo solo 7 anni vedendo il famoso film l' esorcista, in seguito è andata crescendo e si è sviluppata nella passione verso la Demonologia. Vedo numerose pellicole horror e leggo molti romanzi e saggi per rimanere sempre aggiornato sia sul mondo del cinema sia su quello della scrittura. Per quanto riguarda la paura, rispondendoti sinceramente, ti dico che nel trattare di questi argomenti la paura c'è sempre, ma come dissi ad una conferenza tenutasi a Salerno a cui partecipò anche il mio romanzo, se hai una fede forte la paura scompare.
    Grazie per la domanda :)
    Mariano.

    RispondiElimina
  3. Leggo con piacere la parola fede
    e qui si evince la tua grande fantasia perchè riuscire a descrivere il male, enfatizzarlo, rendendolo protagonista pur conservando nel cuore la tua vera natura, non è davvero così semplice per cui Bravo !

    RispondiElimina
  4. Ero curioso di chiedere all'autore dove trova dentro di se la scintilla per dar vita alle sue storie così particolari e delicate Un abbraccio Stefan

    RispondiElimina
  5. Ciao caro Stefan!!! :D ti rispondo molto volentieri: è una specie di dono. L' ispirazione viene in momenti in cui, a volte, non sei nemmeno preparato. Magari vorresti scrivere un certo tipo di racconto, secondo certi canoni e poi, improvvisamente, ti trovi a scrivere tutt' altro. La scintilla in me si è accesa improvvisamente, una sera di Dicembre mentre ero dinanzi al pc. Mi sono detto: << Anche io voglio dire la mia su un argomento che mi sta a cuore! In questo caso quello della possessione.>> Così, dopo vari mesi di lavoro ed impegno è nato Rami nel Buio e poi nella stessa maniera ai Bordi dell' Abisso. Spero di averti accontentato. Un abbraccio forte!!! :)

    RispondiElimina