lunedì 29 giugno 2015

CRISTALLI DI CUORE DI CINELLA MICCIANI

 CRISTALLI DI CUORE
 DI CINELLA MICCIANI






A quei pochi lettori,che avranno l’opportunità o la voglia di leggere queste poesie,
voglio spiegare che in me non c’è mai stata la presunzione di aver composto  un’opera
d’arte. I miei sono solo “ pensieri ad alta voce “, riflessioni attraverso le quali ho potuto
esprimere i sentimenti,profondi e veri,racchiusi nel mio cuore. Poiché le emozioni e i sentimenti dell’animo umano non muoiono mai, ho dato vita ad un nuovo lavoro, come bisogno di fermare sulla carta gli stati d’animo vissuti,quasi a volerli cristallizzare
prima che il tempo li renda sbiaditi o li cancelli.
Ho messo le parole, che uscivano dal mio animo,su fogli bianchi,perché quelle parole
riassumono una parte importante della mia vita.
In sintesi, in questi pensieri, ho espresso quel bisogno primario,proprio di ogni essere
umano, di amare e di essere amato.
L’amore,infatti, è il sentimento indistruttibile che funge da filo conduttore di queste
poesie, presente a volte come gioia e appagamento, altre come sofferenza e tormento,
ma sempre come speranza incrollabile di un domani più bello e ricco di promesse.
Non giudicate l’autore, ma solo i sentimenti, gli stati d’animo di cui parla e se
qualcosa di profondo o comunque piacevole sarò riuscita a comunicare, se a qualcuno
avrò dato qualche momento di svago o di riflessione da condividere con altri, avrò
ottenuto quanto desideravo e sarà la mia più grande vittoria, l’unica a cui tengo
veramente.
 Cinella Micciani


BIOGRAFIA AUTRICE
Cinella Micciani è nata e risiede a Civitanova Marche, una cittadina balneare, in provincia di Macerata.
Laureata in Pedagogia e Psicologia, ha esercitato la professione di insegnante di  Materie letterarie a S. Benedetto del Tronto (AP).
Da sempre appassionata di lettura e di arte in genere, ama in particolare la poesia e si diletta a scrivere le emozioni, dettate dal cuore.
Ha pubblicato due volumi di poesie. Il primo, “Storia di un’anima”,è  nato dalla raccolta dei suoi numerosi “foglietti sparsi” per ricavarne una personale storia di vita.
Poiché le emozioni non muoiono mai, al primo è seguito “Gocce di me”, la storia di un’anima che continua a raccontarsi, ascoltando la voce del cuore.
Oggi, raccogliendo tanto altri “foglietto sparsi”, l’autore sta provando a realizzare il suo sogno: la stesura di un terzo libro,un’altra raccolta di poesie, per continuare a narrare emozioni, stati d’animo e sentimenti realmente vissuti. 
                                                       
 PER ACQUISTARE CRISTALLI DI CUORE CLICCATE QUI





venerdì 26 giugno 2015

MESSAGGI DALLA STORIA DI MONICA PASERO

Oggi mi  auto promuovo è uscito il mio nuovo libro “Messaggi dalla Storia”  nelle ultime pagine troverete i pensieri degli alunni della scuola media di Dronero (Cuneo) che hanno collaborato, scrivendo che  cosa è la storia  per loro e perché è importante ricordare.  
Prendetevi due minuti di tempo per darmi una possibilità.

TUTTO LE INFO QUI SULLA PAGINA AUTORE

 MESSAGGI DALLA STORIA

MONICA PASERO



Durante il trasloco, in fondo a uno scatolone, Fabio ritrova un vecchio libro di storia appartenuto a suo padre che rivedendolo, ricorderà il suo lungo viaggio verso il ritorno avvenuto molti anni prima. Fabio e la sua famiglia con il suo inseparabile Teo: una cavia peruviana, partiranno alla volta della nuova residenza. Nel frattempo un lungo sonno accoglierà il bambino che sarà trasportato in una fantastica avventura e, anche lui come tanto tempo prima il padre, partirà per un lungo viaggio alla volta della storia. Vivrà con Garibaldi i giorni della spedizione. Conoscerà Alfred Nobel e assisterà alla scelta di fondare un premio. Passando poi a vivere con Armstrong lo sbarco sulla Luna per poi finire nella pancia della balena con Pinocchio e ancora conoscere il primo balilla: Ugo Forno. Questi e  molti altri personaggi  faranno da cornice all’ avventura di Fabio e il suo saccente roditore. Insieme lasceranno un messaggio educativo e divertente ai giovani lettori

BOOK TRAILER

  
In questo libro si raccontano episodi legati a vari personaggi che lo animano
 Ogni  episodio riporta  uno stralcio dello loro vite 
Il libro non ha lo scopo principale di insegnare la storia  ma di insegnare ai ragazzi, tramite dei messaggi,  che solo la tenacia, il coraggio, la fiducia in se stessi e il sogno, conducono l’uomo alla scoperta,alla conquista personale e al cambiamento.
Messaggi dalla storia vuole testimoniare  quanto siano importanti nella vita le radici e i sogni e quanto l'uomo abbia bisogno più che mai di ritornare a crederci   Solo sognando può giungere Oltre l'immaginabile
 Tutto sta nel potere del sogno.
Monica Pasero


PER ACQUISTARE CLICCATE QUI  SUL SITO YOU CANT PRINT


mercoledì 24 giugno 2015

Pietro Pinna super disabile un super eroe dei nostri tempi.


Ho passato la  notte per trovare  le parole per scrivere di te, di ciò che mi hai insegnato e di ciò che rimarrà nei ricordi di questa nostra conoscenza virtuale.  Spesso si sottovaluta che l’amore, l’affetto, l’amicizia attraversa anche i canali mediatici, non compensa certo un abbraccio o uno sguardo, ma giunge per vie traverse, rendendo reali emozioni e sensazioni, senza bisogno  del tatto per manifestarle.  Bhe, amico mio pazzo, fuori di testa, assolutamente perfetto nella mia vita! Non ci sei più!  Te ne sei andato così senza  chiedere il permesso,  in fondo eri un rivoluzionario, un anti conformista, un uomo di vita e di passione, un uomo che era già oltre … Voglio  ricordarti a modo mio  e far capire a chi non ti conosceva che esistono ancora  super eroi.
 Chi eri ? Bhe, semplicemente un ragazzo segnato da una malattia genetica  e fin qui ci sarebbe da dire ci dispiace per il tuo stato, per la tua condizione ma tu ci  avresti presi a calci nel sedere perché tu eri un inguaribile ottimista, un uomo che amava la vita anche con questa grande croce che dovevi portare, non ti sei mai scoraggiato e seppur i problemi erano tanti , hai speso la tua vita per far sorridere gli altri. Mi dicevi:  "Sono meno fortunati di me, li devo fare sorridere, hanno bisogno di amici, devono vedere che la  vita è bella! "Aiutavi tutti! Hai aiutato pure me, avendo due ragazzi disabili mi sei stato di esempio e spero davvero  che i miei figli seguano ciò che sei stato tu. Ragazzo che dire,eri un rubacuori, pazzo furioso, pieno di vita che la metà di noi non  saprà mai vivere appieno quanto hai fatto tu …
Conservo il tuo libro di poesie e oggi condivido una tua poesia  di un grande nuotatore che ha smesso di nuotare e ha messo ali forti per volare nell'infinito.
Buon Viaggio Pietro buon ritorno a casa con affetto Monica.

Pensiero
Ho scoperto la vita che cresce dentro un fiume di lacrime
Devi nuotare per poterti salvare.
Pietro Pinna 


 Vanno le mie più sentite condoglianze alla famiglia, agli amici a tutte quelle persone che hanno amato Pietro e non smetteranno di farlo.

lunedì 22 giugno 2015

Before the first love di Adriano Fedeli recensione


 Aprendo questo libro ci si ritrova catapultati in tempi che sembrano così lontani  dai nostri giorni e soprattutto ai giovanissimi farà strano conoscerli, sotto questo aspetto. Una narrazione semplice, non pretenziosa che riporta una storia di vita ambientata in quel periodo a cavallo degli anni ‘80 e ‘90 dove la tecnologia non aveva ancora travolto le nostre vite e primi sprazzi di avanzata economica lambivano appena i nostri i giorni. In queste pagine, grazie alla bravura descrittiva dell’ autore , si sente forte  sia nelle descrizioni, sia nel contesto stesso quel sentore di passato che molti di noi ricorderanno, avendolo vissuto e amato e  che io rammento, leggendo queste pagine, con tanta dolcezza e nostalgia.  

 Una storia d’amore apparentemente come tante che lega due giovani con un trascorso simile  e li conduce a ritrovarsi in età adulta  per poi proseguire il cammino insieme …    non mi soffermerò sulla trama che giusto che venga conosciuta, leggendo  il libro, ma porto una mia personale  riflessione su come ho vissuto questa narrazione e mi viene da dire che  spesso ci  affossiamo nella dolcezza di un ricordo infantile, dimentichi  che il tempo muta  le persone e forse proprio il non volerci staccare da ciò che era  che ci conduce al dolore …  
Una storia d’amore scritta da una penna ancora un pochino acerba, ma  che consiglio di leggere, proprio per la giovane età dell’ autore che riesce a  narrare egregiamente un periodo di vita  in cui non era nemmeno nato. Ed è  qui che  vedo la forza di questo romanzo che unisce la fantasia dell’ autore, adagiandola in anni non suoi.  
Sono rimasta  davvero sorpresa  dei soli diciassette anni di Adriano  il quale è riuscito a  trasportarmi in quegli anni, senza poterli realmente vivere nei suoi ricordi.

Monica Pasero

 PER ACQUISTARE CLICCATE QUI




Arcobaleni Magici di Michela Marcelletti

 Arcobaleni Magici 
di Michela Marcelletti


Avete mai immaginato di salire su un arcobaleno? E’ proprio quello che farà Viola, la protagonista di questa fantastica storia, insieme a suo fratello Fabian. Lei farà comparire un arcobaleno magico, che la porterà lontano … ma dove esattamente non lo sa neanche lei. Sfuggirà dalle grinfie di uno scoiattolo e dalla lingua di un rospo. Vivrà il valore dell’amicizia con Pappagallino. Conoscerà un bambino buono e generoso. Scoprirà che Babbo Natale può portare non solo giocattoli. Riabbraccerà il suo fratellino e non lo lascerà più … Avventuroso, divertente e fantasioso, ARCOBALENI MAGICI è un libro ricco di spunti per riflettere su temi importanti. E non è tutto! Nelle pagine finali troverete “Giochiamo insieme” e, se avete più di sei anni, potrete approfondire, rielaborare e disegnare nella sezione “Lavoriamo sul testo”. ETA’ CONSIGLIATA: dai 4 anni.


Disponibile sia in ebook che in cartaceo

BIOGRAFIA AUTRICE

Michela Marcelletti, nata a Roma il 27 gennaio 1980.
Laureata in Beni culturali presso Facoltà di Lettere di Tor Vergata a Roma. Sommelier A.I.S. e Accompagnatrice turistica.

Ha esperienza pluriennale nel campo del turismo e del commercio.
 Mamma di due splendidi bambini. 
Scrivo per passione.
Nel tempo libero ama leggere libri ai suoi bambini e fare lunghe passeggiate all'aria aperta.
"Arcobaleni magici" è il suo primo libro, frutto della voglia di non smettere di sognare.

Seguitela sulla sua  pagina facebook    

 Per acquistare il formato cartaceo cliccate QUI          

Per acquistare il formato ebook cliccate  QUI

martedì 16 giugno 2015

SEMPLICEMENTE IL MEGLIO MA NON SOLO ( PAGINA FACEBOOK ) AIUTIAMOLA A NON SPARIRE

Oltre Scrittura segnala volentieri questa pagina facebook cresciuta solo con l’affetto dei suoi fans che in questi mesi l’hanno sostenuta, senza alcuna promozione a pagamento. Solo che qualcosa ora sta cambiando, la visibilità è scesa, il  social richiede la promozione. Ma perché pagare  per essere letti quando più di 17 mila  persone hanno messo mi piace? Per cui chiedo agli amici del blog di appoggiare questa pagina con il loro mi piace e loro condivisioni, contribuendo cosi alla liberta di espressione  e visibilità che non deve  essere sempre vincolata da patti economici.  Chiedendo a un admin cos’è Semplicemente il meglio ma non solo… mi è stato detto: "Questa pagina racchiude tutto il meglio che troviamo su Facebook o che ci viene in mente... è una pagina divertente, interessante, ironica che da spazio al ludico ma anche alla riflessione, un modo per divertirsi insieme, molto spesso sdrammatizzare la realtà che ci circonda o semplicemente informare.  La pagina spazia in tutti i campi  d’interesse pubblico. Abbiamo tantissimi fans che ci dicono di amare i post che pubblichiamo e vorremmo poter continuare a farlo.  




lunedì 15 giugno 2015

LETTERA PER TUTTI I RAGAZZI CHE HANNO LETTO LUNGO VIAGGIO VERSO IL RITORNO

LETTERA  PER TUTTI I RAGAZZI CHE HANNO LETTO LUNGO VIAGGIO VERSO IL RITORNO
 Questa lettera è per ringraziarti di aver avuto voglia e tempo di leggere il mio libro. Non ti ringrazio da sola, ma lo faccio a nome dei miei compagni di viaggio, che ho conosciuto, imparando, leggendo e cercando di capire, cosa si nascondesse sotto il loro nomi ed ho scoperto la bellezza del guardare oltre… Oggi sono seduti a questo tavolo insieme a me, tutti con la “loro” da dire, per cui lascerò ancora una volta parlare la mia fantasia...
Ciao! ( dicono che si usi ciao … in questa epoca, e mi adeguo )dunque dicevo: Ah sì, sono lieto che tu abbia letto la mia avventura, in quei mesi non sai quante volte l’incertezza mi ha preso,un po’ come accade anche a te nella vita di tutti i giorni, quando devi fare una scelta e non sai, se sia stata giusta o meno. Mi hanno sempre considerato” Folle”, ma ringrazio Iddio, di non aver temuto il giudizio altrui e aver proseguito nel mio intento. Oggi ringrazio anche a te piccolo uomo o donna di domani. Perché, è dalla conoscenza, dalla voglia di imparare ,che nasce il coraggio nel “Crescere” e tu, sei ad un passo dalla scoperta di te stesso.
Cristoforo Colombo
Ragazzo/a mio, che dire la mia vita è stata un susseguirsi di idee ed invenzioni. Tutto intorno a me dava adito a nuovi stimoli, non mi sono mai fermato al primo ostacolo, ma ho cercato il modo per scavalcarlo. Quello che in poche parole vorrei spiegarti, è che ognuno di noi può fare la “Differenza” E’ facile adagiarsi ed attendere, ma non è stimolante quanto “Tentare”. Ecco questo sarà il mio messaggio “tenta “ sempre, senza paura di sbagliare, perché nell’ errore che germoglia il successo, solo provandoci, solo credendoci, farai la “Differenza”.
Leonardo da Vinci
Ora è il mio turno. I miei egregi colleghi hanno già detto cose che approvo e in cui credo. Il mio messaggio sarà forse banale, ma di grande valore per chi nel futuro saprà guardare oltre. Soffermati ad osservare le stelle. prova a scrutare con occhi diversi il creato, perché è lì, che troverai tutte le risposte sulla tua ” esistenza “ma occorre guardarlo con occhi e mente libere da nozioni, e aperte alla voglia di vedere.
Galileo Galilei
Ciao, io non sono saggio come i miei amici inventori o esploratori, ma posso lasciarti la mia esperienza. Spesso nascere con un grande talento non è il massimo, a volte avrei voluto essere un ragazzino normale, ma credo che ogni cosa che avvenga abbia una ragione ben precisa. Il mio destino è stato questo. La cosa che mi sento di dirti: è di non rinunciare mai ad essere te stesso, anche a costo di deludere le persone che ami. Cresci con rispetto, accetta i consigli e lezioni di vita. ma resta dentro di te Libero e Unico.
Wolfgang Amadeus Mozart  
Da sempre ho scritto per i ragazzi , è sempre stato bellissimo farlo, perché solo lì ritrovavo me stesso. Il mio messaggio è questo “Non importa che tu sia nato in un recinto di anatre l’importante esser uscito da un uovo di cigno!” In poche parole non sono le cose che tu hai a farti un uomo o donna degno, ma è ciò che sei, che farà la differenza nei tuoi anni a venire. Ricordalo sempre
Hans Christian Andersen
“ I bambini sono la parte migliore dell’ umanità!” In questa citazione è racchiuso tutto il mio pensiero su di te, giovane uomo o donna di domani. Questo rammentalo quando sarai adulto, e non dimenticare mai di mantenere “Viva” la tua parte bambina, lei riuscirà a far si, che la tua vita non sia mai noiosa e non conosca il dolore della crescita
Maria Montessori
Ciao ,anche io ti ringrazio di aver letto la mia storia, non è una storia tanto facile da leggere … ma è una storia, che dovevi conoscere. Perché solo dalla conoscenza dell’ errore umano possiamo far sì, che tutto questo non accada più. La mia vita non è stata vana, se oggi, dopo tanti anni sui tuoi libri di scuola, la mia storia continua a leggersi e a vivere. Non dimenticare mai, ciò di cui è capace la cattiveria umana, e lotta affinché tu un giorno sia un adulto libero dalla paura del diverso. Religioni, razze e quant’ altro non devono allontanarci , ma unirci, perché è la diversità a renderci unici in questo mondo.
Anna Frank
Anna ha scritto un po’ quello che ti avrei scritto io, entrambi siamo stati “discriminati” per ragioni diverse, ma assurde. Lei per la sua “religione” e io per la mia pelle “nera” Ho lottato contro tutto questo, finché ho avuto vita. Ora tocca a te, giovane amico /a, nel tuo piccolo proseguire la nostra lotta. Basta davvero poco: una stretta di mano, un sorriso ,una parola buona perchè non c’è culto, né pelle, né pensiero che possa dividere l’essere umano. Siamo nati tutti sotto lo stesso cielo e questo deve bastare a capire che siamo “Fratelli” Inizia a crederlo, e avrai già aperto la strada ad un futuro migliore.
Martin Luther King
Ciao , anche io ti devo ringraziare. Sono stato un uomo fortunato perche ho potuto vivere con la mia immaginazione, donando a tanti bambini sorrisi e fantasia. Il mio messaggio per te è questo: “Tutti i sogni posso diventare realtà se solo si ha il coraggio di inseguirli” Ecco quello che voglio dirti: Non smettere mai di sognare! perché se smetti farlo, hai smesso anche di vivere.
Walth Disney
Giungo anche io a ringraziarti, ricordandoti di attingere alla sapienza dei vecchi e stimolare le tue giovani idee sempre ….
Papa Giovanni XXIII
E ora che hanno concluso non mi resta altro che augurati di scrivere la tua storia  …
E poi ricorda che La tua vita è la favola più fantastica,
non scordarlo mai …

Monica Pasero

 PER INFO VISITATE LA PAGINA LIBRO CLICCANDO QUI


Arma Infero di Fabio Carta





Arma Infero di
 Fabio Carta


E ora, fratelli, lasciate che vi narri di quei tempi, in cui le nuvole correvano rapide sopra gli aspri calanchi e di quando Lakon combatté per noi.



Su Muareb, un remoto pianeta anticamente colonizzato dall’uomo, langue una civiltà che piange sulle ceneri e le macerie di un devastante conflitto. Tra questi v’è Karan, vecchio e malato, che narra in prima persona della sua gioventù, della sua amicizia con colui che fu condottiero, martire e spietato boia in quella guerra apocalittica. Costui è Lakon. Emerso misteriosamente da un passato mitico e distorto, piomba dal cielo, alieno ed estraneo, sulle terre della Falange, il brutale popolo che lo accoglie e che lo forgia prima come schiavo, poi servo e tecnico di guerra, ossia “mastro di forgia”, e infine guerriero, cavaliere di zodion, gli arcani veicoli viventi delle milizie coloniali. Ed è subito guerra, giacché l’ascesa di Lakon è il prodromo proprio di quel grande conflitto i cui eventi lui è destinato a cavalcare, verso l’inevitabile distruzione che su tutto incombe.

Arma Infero è un romanzo di fantascienza molto avvincente che cattura il lettore già dall’antefatto e lo catapulta in un pianeta sconvolto dagli eventi di una terribile guerra fra fazioni dotate di armamenti e mezzi iper tecnologici.
La storia coinvolgente, ricca di intrighi e di colpi di scena, di momenti stupendi e dolorosi, lascia un segno profondo nel lettore che non può non esimersi dall’immedesimarsi nei protagonisti di questa storia.
L’autore Fabio Carta mediante una sintassi molto curata ed una terminologia arcaica e tecnica arricchisce l’opera dandole un connotato epico.
Un romanzo perfetto per chi ama le grandi storie di fantascienza, che sanno catturare con ricchi dettagli e mondi stupendi in cui il lettore può far vagare la propria immaginazione immedesimandosi fra le varie fazioni stimolandolo a scegliere una posizione in questa epica guerra.
Arma Infero, l’ultima opera di Fabio Carta, è ora disponibile in tutte le librerie digitali in versione e-Book e Mobi. 


Biografia autore
Nasce a Roma nel 1975 dove si laurea in Scienze Politiche con indirizzo storico, sviluppando uno spiccato interesse per le convulse vicende che dall'evo moderno alla contemporaneità hanno visto le evoluzioni, gli incontri e gli scontri tra i popoli e le culture. A questi interessi particolari unisce l'inevitabile passione per la cultura fantastica e avventurosa, prettamente cinematografica e televisiva, comune a quasi tutti i quarantenni della sua generazione che questa cultura l'hanno vista nascere, un fenomeno che solo i successi di Guerre Stellari e Star Trek possono esemplarmente rappresentare (non dimenticando, ovviamente, l'importanza non soltanto
sentimentale dei numerosissimi cartoni animati giapponesi dell'infanzia, ossia i primi, leggendari anime "ante litteram”).
Per anni impiega il suo tempo libero alla ricerca d'una sintesi tra queste sue predilezioni, un modo creativo, tra disegno e narrativa, per superare il dualismo apparentemente inconciliabile dei suoi interessi. Da un lato tenta quindi di nobilitare gli ambiti cinematografici, televisivi e fumettistici, nonché videoludici - in perfetto stile "nerd" - con uno stile più ricercato e meno banale, mentre dall'altro vuole dotare d'una riscrittura più dinamica e accattivante le nozioni e le cronache "accademiche", affascinanti e immortali, tratte ovviamente dai suoi studi storico-politici e dalle seriose ed ostiche letture a cui volontariamente - di tanto in tanto - si sottopone, tra cui molte delle opere medievali del ciclo bretone e arturiano. Per questo,come molti, non può esimersi dal subire il fascino del fantasy, in particolare della pervasiva poesia ambientale de Il signore degli anelli, che meglio di tutti nella letteratura contemporanea ha saputo coniugare la solennità letteraria col gioco della fantasia.
Ma è nella narrativa di fantascienza pura, soprattutto nella space opera, che cerca la sua maggiore ispirazione; e la trova nell'epica mistica di Dune, nella nettezza marziale di Fanteria dello Spazio come nell'intimo, sofferente pacifismo nella Guerra Eterna di Haldeman. E ancora, la sua immaginazione vaga in preda alle vertigini nella vastità narrativa del ciclo di Hyperion, perdendosi nell'immane intreccio "psicostorico" delle varie Fondazioni di Asimov, per finire perduta tra le allucinazioni cibernetiche di Neuromante. Nasce in lui l'idea di poter dar vita ad una sorta di "peplum" narrativo postmoderno, un sincretismo distopico tra fantasy e fantascienza che sia qualcosa di più d'una semplice trasposizioni di poteri magici in tecnologie arcane. Vi sono dame e cavalieri, intrighi di corte e amori a profusione e tradimenti degni di Lancillotto come del Trono di Spade; ma soprattutto storie di guerra, di coraggio eAMICIZIAhttp://cdncache-a.akamaihd.net/items/it/img/arrow-10x10.png.Animato da questo intento, inizia a scrivere, creando il mondo di Arma Infero; e in questo mondo ambienta il suo primo romanzo. Impiegato, marito e padre di due figli, che da sempre tollerano pazientemente i suoi momenti di evasione nel remoto spazio siderale, nei ritagli di tempo prosegue indefesso a gettare pianeti, mostri ed eroi dalla tastiera sullo schermo del suo pc, fantasticando sul giorno in cui potrà eleggere la sua passione a professione.


PER ACQUISTARE CLICCATE QUI

lunedì 8 giugno 2015

Before the first love di Adriano Fedeli

  
 Before the first love
 di Adriano Fedeli


"In un istituto un bambino e una bambina uniscono le loro solitudini, è la prima stagione della vita di Francesco e Laura, quella prima del primo amore. È da questa stagione che Francesco vuole ripartire per raccontare ad un padre troppo assente tutto ciò che gli è accaduto, da ragazzo e da uomo sposato. Dalla primavera delle speranze ­ no all’autunno delle disillusioni. Ma la lettera, concepita all’uscita dal coma dopo un incidente stradale, il racconto di quelle stagioni disegnano, pagina dopo pagina, il possibile inizio di una nuova vita.


Biografia autore


Adriano fedeli vive e lavora a roma (1996) appassionato di cinema ha studiato all'istituto cine.tv roberto rossellini attualmente frequenta l'accademia per doppiatori voice art dubbing




-

venerdì 5 giugno 2015

... Riflessioni

Il mondo dell’ arte è forse uno dei settori più illusi e monopolizzati esistenti e forse anche quello  in cui si emerge solo se si è in grado di  vendersi meglio! Ogni settore, che abbraccia l’ espressione artistica, ha i suoi mezzi per divulgare artisti di ogni genere e qui possiamo trovare diversi tipologie di porte che possiamo aprire a nostro rischio e pericolo.  Per gli scrittori troviamo l’ editoria a pagamento come possono esserlo le case discografiche ma questo vale per tutti i settori artistici. Sinceramente non ho nulla contro le  CE a pagamento, l’unica cosa in cui dissento è sul fatto che dovrebbero definirsi tipografie e non editrici, in quanto è l’autore stesso che paga per essere pubblicato e  investe su di loro e non  l’opposto come dovrebbe essere, ma si sa il mondo va alla rovescia da un po’ di secoli, stessa cosa vale per la musica.  Seconda porta accessibile  per gli emergenti la  troviamo  nelle  CE non a pagamento  le quali hanno diritto a chiamarsi editori, se il loro obbiettivo è davvero di divulgare l’arte e non utilizzare, in modi alternativi,  i propri autori per arricchirsi …  Stessa cosa vale per la musica. A queste  due porte per entrare nel grande mondo dei falsi arrivati c’è un altro canale che sta prendendo piede tra musicisti e scrittori in cui si parla di divulgazione artistica, la diffusione emergenti che parte con il presupposto di divulgare  gratuitamente emergenti i quali non ricaveranno nulla delle loro opere, se nonché ampia  visibilità e questo sarebbe fantastico, liberalizzazione dell arte, dono per tutti ma si sa, anche qui c’è l’inghippo e così, dopo le più belle parole di solidarietà artistica di quanto  è bello crescere insieme, si scopre che si invitano i loro artisti ad appoggiare economicamente  tali benefattori con piccole somme per continuare a come potrei dire  ecco sì, a  far prolificare l’arte emergente.  Per cui amici scrittori, musicisti e artisti vari diffidate dal falso buonismo che dilaga soprattutto oggi, dove si inneggia alla libertà di espressione e quando ci si abbocca a questo miraggio epocale, ci si ritrova con un link e un sito per donazioni … Il bene non deve avere secondi fini se no, non si chiama passione ma speculazione mascherata da grande amore per l’arte.   
Abbiate il coraggio di ribellarvi ! Meglio anonimi che giunti in questo modo al successo.  

Monica Pasero

lunedì 1 giugno 2015

VITA SU QUATTRO RUOTE DI NADIR MALIZIA

VITA  SU QUATTRO RUOTE
 DI NADIR MALIZIA
Raccontare di sé non è mai facile, specialmente quando si decide di aprirsi agli altri, cercando di lasciare un messaggio positivo su un tema così delicato come la disabilità. In questo libro cercherò di esprimere le mie emozioni, i miei pensieri e le mie parole, usando anche un pizzico di fantasia. A questo libro ho voluto dare il titolo di “Vita su quattro ruote”, per il semplice motivo che fin da quando sono nato la mia sedia a rotelle ha preso il posto delle mie gambe: è la macchina che mi ha portato ovunque, che mi ha fatto fare
esperienze, conoscere persone negative e positive e molto altro. Nella società odierna non è facile parlare di disabilità e di ciò che ne comporta, non è facile ignorare i pregiudizi da parte di persone che sanno solo giudicare, perché ciò che non si conosce fa paura; a fatica si arriva agli obiettivi prefissati. Ho sempre sostenuto che “volere è potere”; se vuoi raggiungere degli  obiettivi devi fare dei sacrifici. Spero vivamente che chiunque leggerà questo libro possa trarne un insegnamento positivo, affinché l’ignoto non faccia più paura e si possa guardare la disabilità con occhi diversi.

 Nadir Malizia

CLICCATE QUI PER ACQUISTARE VITA SU QUATTRO RUOTE

Nadir Malizia nato a Cremona nel 1976. Laureato in Giurisprudenza nel 2010. Giurista Specializzato in Diritto Comunitario e Diritto Internazionale dell'UE. Fin da quando era adolescente ama scrivere per esprimere le proprie emozioni, Vita su Quattro Ruote è il suo primo libro