venerdì 31 ottobre 2014

Le vere origini di Halloween: Halloween: le vere origini ribloggo questo interessante articolo per fare un po' di chiarezza in questi giorni sento troppi perbenisti ineggiare la fede, senza aver rispetto delle tradizioni altrui... LEGGETE INFORMATEVI POI CASO MAI PARLATE

Le vere origini di Halloween: Halloween: le vere origini: di Monica Casalini, scrittrice Siamo in età precristiana. Ci troviamo nel Nord Europa dove il freddo invernale costituisce un nemico ...

Primo Novembre



  Folate di vento, in questo primo novembre, accompagnano i miei passi. Attraverso velocemente quella strada percorsa mille volte nella mia esistenza. Nel tragitto i ricordi si susseguono, mi travolgono,  riportandomi a quei giorni, quando la tua calda mano stringeva ancora la mia e insieme percorrevano la stessa strada per andare a trovare il nonno. Mi dicevi sempre:"Lui riposa qui, un giorno verrò anch’io da lui !”Io avevo paura di quelle tue parole, ero solo una bambina e tu una nonna, la mia nonna, così mi rattristavo e tu accorgendotene fermavi i tuoi passi,sorridendomi dicevi :«Ma non ora… Ora  sto con te!» A quella parole la mia spensieratezza tornava viva in me e riprendevo a  giocare  con i miei pensieri, osservando il volo delle foglie autunnali rincorrersi  lungo il vialone che conduceva al cimitero. Mi perdevo dietro quel gioco di colori. Il freddo pungente mi faceva arricciare il naso, ma la tua mano calda mi rassicurava e immaginavo già, la torta, che mi avresti preparato al rientro. Pregustando attimi più sereni.
Il vento gelido scuoteva il tuo foulard di seta grigia, che trattenevi sul capo, avvolta nel tuo vecchio cappotto di lana marrone. Avanzavi lentamente e tra le mani un mazzo di fiori.
I tuoi  passi erano  lenti e stanchi, dovuti al peso di anni sofferti, in cui non ti sei mai arresa alla vita, ma hai lottato contro il mondo stesso. Così arrivavi con me fino alla lapide del nonno, baciavamo la sua foto e io dicevo:«Ciao nonno Edoardo!»
Tu sorridevi …
Oggi sotto questo viale stringo la mano di mia figlia, anche lei osserva il volar di queste foglie. Arriviamo alla tua lapide lei dice:« ciao Nonna bis !» Io sorrido e ti rivedo lì, con la tua mano calda che stringe  la mia .

.
©Monica Pasero

immagine web
 


giovedì 30 ottobre 2014

QUEL CHE RESTA DI NOI (Caterina non abita più qui) di Daysi Raisi.




Quel che resta di noi"  
"Caterina non abita più qui" 
di Daisy Raisi


Un'aspirante scrittrice e il frontman di una pop band di successo.
Due vite e due personalità estremamente diverse, almeno all'apparenza.
Cosa accomuna il trasgressivo e tenebroso Samuel alla dolce e sognante Caterina?
Perché il loro incontro avvenuto quasi un decennio prima non è stato dimenticato da nessuno dei due?
Per svelarcelo l'autrice percorre a ritroso la vita dei due protagonisti, rivelandoci che...
Fra Inghilterra e Italia, progetti artistici, personali e flashback, speranze per il futuro e scomodi, misteriosi retaggi del passato, le vite di Samuel e Caterina si snodano fino al colpo di scena finale...

Il libro è il sequel di "Caterina", racconto contenuto nella mia silloge "Le orme leggere del cuore", edita dal selfpublisher Youcanprint, nel mese di febbraio 2014, che verrà pubblicata nella sua versione spagnola a dicembre, grazie all'accurata opera di traduzione di Manuela Forzani.
Nel prologo di "Quel che resta di noi", il contenuto del  prequel "Caterina" è riassunto alla voce"Antefatto".

Estratto  di "Quel che resta di noi", letto dall'audiobooker Silvio Lorentini

BIOGRAFIA AUTRICE
DAISY RAISI nasce in una cittadina dell'Italia Centrale, qualche decennio fa.
Ha al suo attivo studi umanistici e, sempre con il suo vero nome e cognome ovviamente, un passato da giornalista pubblicista.Ha incominciato a scrivere all'età di otto anni, poesie e racconti di vario genere.
"Quel che resta di noi" è il suo quarto libro autopubblicato, sequel di "Caterina", racconto contenuto nella sua silloge "Le orme leggere del cuore", edita nel febbraio 2014 e, per una settimana circa, prima in classifica nel Kindle Store di Amazon.


IMPORTANTE 
IL LIBRO  È  SCARICABILE FINO AL 3 NOVEMBRE GRATUITAMENTE. APPROFITTATENE! 

domenica 26 ottobre 2014

Poesia del giorno

Rami al cielo

Rami al cielo…
Come radici profonde s’ intrecciano 
le nostre anime che vivono 
di quel frangente,
dove sogno e realtà si confondono

Lì, i nostri corpi si ritrovano
plasmati in una sola anima 
desiderosi d’ amarsi
innalzano i loro rami terreni al cielo
implorando la mano di Dio
che plachi la loro preghiera 
intrecciandoli per l’eternità 
nelle viscere della loro esistenza


©Monica Pasero

Immagine Web

sabato 25 ottobre 2014

POESIA DEL GIORNO

Scuote gli alberi il vento d’autunno


Scuote gli alberi il vento d’autunno,
nella notte umida e gelida;
avvolto nel mio grigio mantello,
cavalco tutto solo nel bosco.
Mentre cavalco, io vedo in frotta
cavalcare con me i miei pensieri;
come il vento mi portan leggeri
a casa della mia diletta.
I cani abbaiano e la servitù
accorre con le fiaccole in mano;
salgo con furia su per le scale
facendo risuonar gli speroni.
La sala splendida degli arazzi,
è pervasa di aromi e calore,
lì m’attende il dolce mio amore…
mi precipito tra le sue braccia.
Il vento mormora tra' l fogliame,
e si sente la quercia parlare:
«Cosa vuoi, folle cavaliere,

con questo tuo folle sognare ?».

Heinrich Heine

immagine web




giovedì 23 ottobre 2014

POESIA DEL GIORNO



Amante 

Incantevole amante 

di un tempo ancor da vivere

tu giungi oltre

a ogni mio ardor pensiero

e lì ti posi come farfalla

su un cuor
 
che ancor non sa amare

© Monica Pasero

Immagine Web

LITTLE THOUGHT DI LORIANA LUCCIARINI

LITTLE THOUGHT
DI  LORIANA LUCCIARINI

Stralci di vita condensati in una pagina di blocco notes. La stanchezza del vivere. Brevi bagliori di felicità. Fuochi di rinascita. L’amore che ferisce. La morte che atterrisce. La vita che comunque va. Attimi cristallizzati di esistenze. Pensieri, paure, emozioni brevi come lampi, come short stories.
Questo piccolo libro di nano-narrativa è una raccolta di brevi istanti di vita, comune a tutti noi. Storie brevi, short stories per dirla con il linguaggio moderno.
Brevi appunti su un blocco notes, a narrare attimi vita, a dipingere la stanchezza del vivere oppure brevi bagliori di felicità. In alcune si ammirano fuochi di rinascita in altre l’abbandono di un’amore che ferisce. E ancora, ritratti di brevi attimi cristallizzati di esistenze. Pensieri, paure, emozioni brevi come lampi, come short stories.
Storie che colpiscono il lettore con la loro forza narrativa. C’è chi le ha definite scritte con…un linguaggio fatto di pensieri, quelli che si fissano prima con gli occhi, il cuore e poi con la penna…
prezzo di copertina 12 euro
Acquistalo on line a 10 euro versione cartacea
 – ebook 2,99 euro

 Biografia autrice
  
Nata a Roma il 21.10.1968, vivo in provincia di Viterbo e lavoro a Roma.  Scrivo da sempre poesie e racconti. In passato ho utilizzato il mio alter ego, Charlotte Ridley, per pubblicare racconti e alcune poesie, poi finalmente ho deciso di firmare con il mio vero nome: nel 2013 ho infatti pubblicato due raccolte di poesie, I legami sottili dell'anima  e Sotto le nuvole, un instant book, Little Thoughts/short stories e un racconto per ragazzi, Una fantastica caccia al tesoro.
Il romanzo, Il cielo d'Inghilterra, uscirà invece a maggio 2015 con Arpeggio Libero Editore.
Ho vinto alcuni premi letterari e sono stata inserita in varie antologie. Per la poesia le mie liriche si trovano nelle antologie di “Poesia sotto le stelle 2013”, III Concorso Città di Ravenna “Solidarietà 2013”, “Un cielo di Poesia 2013”, “Il 21 a Primavera - tributo a Alda Merini” qui premiata anche con la Menzione di merito. E poi ancora, "Dedicato a… Poesie per ricordare – volume 12", "Alda nel cuore 2014", “Goccia a goccia”, “L’amore non dà nulla fuorché se stessi”, “Il Federiciano (libro blu)”, “InfinitA more 2014”, “Ispirazione pura”.
I mie racconti invece sono presenti in: “Volando tra fili d’erba e nubi rosa” (Volo notturno e Miracolo di vita), “Scrivendo Racconto” (Grazie), “Scritture in libertà" (Le stagioni del cuore), “L’amore è un’erba spontanea” (Paura e Amore), “Imaginarium, cronache e leggende” (La leggenda dei Quattro Custodi). Inoltre il racconto Il sussurro della morte, è arrivato finalista al contest Oubliette.
Faccio parte degli autori del blog Voci di poesia http://vocidipoesia.blogspot.it/
Credo molto nella collaborazione e ne ho avute parecchie, con la realizzazione di due antologie (“Dei versi poetici” con il poeta Vincenzo Cinanni e “Raccontando l’amore” con Magla, il’isola del libro). Sempre con Magla abbiamo realizzato e organizzato la prima edizione di WritersxFactor, il contest letterario per nuovi autori, di cui si sta svolgendo la fase finale, con l’uscita di un’antologia cartacea edita da Arpeggio Libero con una selezione d’autori e un ebook con la storia di questa prima edizione, sempre sotto marchio Arpeggio.

Dicono di me…
"Sono davvero ammirato dalla grande capacità di raccogliersi dentro le emozioni, emozioni che magari ognuno ha vissuto in silenzio, non meno intensamente, ma senza la capacità di metabolizzarle facendone appunti. Spesso, per dirlo con la scrittrice, “ le poesie si rintanano accoccolate nell’anima al caldo dei ricordi" - Massimo Braccini
"L'autrice riesce a sfiorare l'anima con abilità e purezza, usando un linguaggio gentile che va dritto al cuore. Sensazioni ed emozioni che accarezzano chi legge, trasportandolo inevitabilmente nei propri ricordi di vita. Davvero complimenti!" - Sabrina Cau e Sandra Lussu
"La sua parola, così semplice e immediata, a tratti puro flusso di pensieri, nitidi e ricorrenti, e la sua voce, così dolce" - Paolo Beretta

mercoledì 22 ottobre 2014

POESIA DEL GIORNO



Ama La vita

Ama la vita così com'è 
Amala pienamente, senza pretese; 
amala quando ti amano o quando ti odiano, 
amala quando nessuno ti capisce, 
o quando tutti ti comprendono. 
Amala quando tutti ti abbandonano, 
o quando ti esaltano come un re. 
Amala quando ti rubano tutto, 
o quando te lo regalano.
Amala quando ha senso 
o quando sembra non averlo nemmeno un pò.
Amala nella piena felicità, 
o nella solitudine assoluta. 
Amala quando sei forte, 
o quando ti senti debole. 
Amala quando hai paura, 
o quando hai una montagna di coraggio. 
Amala non soltanto per i grandi piaceri 
e le enormi soddisfazioni; 
amala anche per le piccolissime gioie. 
Amala seppure non ti dà ciò che potrebbe, 
amala anche se non è come la vorresti. 
Amala ogni volta che nasci 
ed ogni volta che stai per morire. 
Ma non amare mai senza amore. 
Non vivere mai senza vita


Madre Teresa di Calcutta


immagine web

domenica 19 ottobre 2014

POESIA DEL GIORNO


 Non scusarti mai ..per quello che sei
Molte persone, specialmente quelle ignoranti,
ti vogliono punire per aver detto la verità, per
essere stato leale e per essere te stesso. Non
scusarti mai per essere stato leale o per essere
anni avanti al tuo tempo. Se sei nel giusto e se
lo sai, parla liberamente. Dì quello che pensi.
Anche se sei l'unico rappresentante di una
minoranza, la verità è ancora la verità

Gandhi

immagine  web
 

sabato 18 ottobre 2014

Poesia del giorno

Sentimento del tempo

E per la luce giusta,
Cadendo solo un'ombra viola
Sopra il giogo meno alto,
La lontananza aperta alla misura,
Ogni mio palpito, come usa il cuore,
Ma ora l'ascolto,
T'affretta, tempo, a pormi sulle labbra
Le tue labbra ultime


Giuseppe Ungaretti

giovedì 16 ottobre 2014

Il suono magico di Roberta Balloni


Il suono Magico di Roberta Balloni


Roberta Balloni è una scrittrice di talento e scrive da sempre narrativa per bambini, terreno non facile per la complessità e la sensibilità particolare richiesta.
Roberta Balloni è nata e vive a Verona, città che amo e che ho il privilegio ed il piacere di conoscere. E proprio a Verona e nel ter-ritorio circostante è ambientata la fiaba Il suono magico. È stato per me un onore, un piacere ed una grande emozione ripercorrere con la mente luoghi a me molto cari, percorsi migliaia di volte.

Il suono magico non è però soltanto una fiaba dalla fattura prege-vole. È molto di più. Insieme agli elementi tipici delle fiabe classi-che come i bambini, il coniglio parlante e la strega cattiva l’autrice fa convivere sapientemente elementi di storia scaligera antica e di alta letteratura con le citazioni di Goethe e di Gabriele d’Annunzio e lo fa dando leggerezza alla narrazione mantenendo inalterata la sua linea avvincente fino all’epilogo con la morale a chiudere che sempre deve esserci in una fiaba.
Il suono magico non è quindi non solo una fiaba, ma rappresenta un’introduzione, un trait d’union tra la narrativa per bambini, la storia e la letteratura impegnata, elementi di cui è l’anticamera.
Una fiaba, per chiudere, che è adatta a grandi e piccini.

 Prefazione di Alessandro Moschini


Biografia autrice
Roberta Balloni è nata a Verona, dove tuttora vive. Il suo per-corso di scrittura incomincia in età adulta quando, dopo molti anni di lavoro come baby sitter e aver inventato e raccontato fa-vole ai bimbi, decide di metterle su carta. Nascono così i suoi libri: Nur e i sette Sigilli e Il Suono Magico che uscirà in ottobre edito dall’Associazione Culturale “LunaNera”.
Inoltre ha partecipato con un racconto breve dal titolo Num e il giardino segreto all’Antologia di Autori vari Acqualuna della Luna e altre Storie, un libro per l’infanzia dedicato ai bambini dell’Ospedale Pediatrico “Meyer” di Firenze, edito sempre dall’Associazione Culturale “LunaNera”. Ed infine un racconto breve “Innamorarsi tra i Vigneti” concorso S-Scomposizione. Negli anni ha lavorato in teatro presso la fondazione “Arena di Verona”, e ha collaborato come segretaria per una compagnia teatrale, inoltre è stata per molto tempo anche volontaria di un’associazione Onlus