martedì 13 settembre 2016

Io non amo di Jacopo Lupi. Recensione a cura di Monica Pasero


E  se il nostro inconscio prendesse il sopravvento, portandoci ad agire solo con i nostri istinti? Sfogando le nostre paure, perversioni nascoste, spesso castigate dal raziocinio di una società che impone che giudica che vuole! Ma noi realmente cosa vogliamo? L’autore ci porta a riflettere, su questo, accompagnandoci in un viaggio letterario al limite del possibile, dove tutto è stato vissuto o forse no… “Essere se stessi è un lusso che non c’è dato avere!” cita l’autore. E in queste parole trovo la chiave di lettura di quest’opera in cui si evidenzia la necessità di vivere le emozioni nella propria unicità. In questo caso, giungendo fino a reprimere l’imposizione più dolce e cara, quella dell’essere amati. Ma può un uomo avere timore dell'amore a tal punto da portarlo alla follia estrema? Conducendolo in giorni vuoti, assenti dal cuore, in cui tutto scorre senza costruire e l’autodistruzione appare ormai prossima. Tutto questo per scappare da quel sentimento tanto temuto e forse quello che in fondo lo avrebbe salvato. In cambio poi di cosa, di una vita libera, perversa senza responsabilità?
Questa è una delle domande che mi sono posta, leggendo la storia di Davis e la sua fuga dall’essere amato. Un testo, posso confermare, imprevedibile, in cui tutto non è mai come sembra. Bravo, in questo, è stato l’autore a fuorviare pensieri, emozioni e lasciare il lettore nel dubbio fino alle ultime battute. In più, utilizzando un linguaggio giovane e ribelle a tratti anche ironico, ha alleggerito il testo nella sua drammaticità, riuscendo così a realizzare un’opera scorrevole e di facile lettura. Portandoci soprattutto a riflettere su uno spaccato di questa società odierna, ormai in decadenza, dove il rapporto tra uomo e donna diventa puramente carnale. Il sesso è quasi l’unica cosa che lega i due mondi, amplificando la carenza di sentimento sempre più evidente nelle nuove generazioni. Questa necessità di sfogare i propri impulsi, godere appieno, senza andare oltre a un bel corpo, mi fa riflettere su quanto è povero oggi l’uomo nella sua sfera emotiva. Varie sono le vicende che si accavalleranno in queste pagine e in tutte ritroveremo gli elementi principi, in fondo, per una rinascita, che sono l’amore, in questo caso che fugge e torna e l’amicizia indissolubile che resta. Lei resta sempre! Un viaggio davvero imponente nell'intimo pensiero di un giovane uomo che sembra non trovar più pace, più luogo dove vivere o espiare i propri errori, ma nel contempo con tanta voglia ancora di cambiare, riprovare, fuggire o forse solamente tornare … Davis troverà la pace o la donna che lo farà desistere dalla sua continua fuga? Oppure semplicemente la vita gli darà un'altra possibilità? Per saperlo, dovrete leggerlo e forse anche voi vi chiederete come mi sono chiesta io: ”Si può avere paura dell’amore?

Potete acquistare" Io non amo " ai seguenti link

LIBRERIA UNIVERSITARIA
AMAZON
IBS
LUPIEDITORE



Nessun commento:

Posta un commento