venerdì 21 aprile 2017

Il Flauto Magico e la luna di neve ( Edizioni Creativa) Di Massimo Baldi. Recensione a cura di Monica Pasero


Fin dalle prime pagine si viene trasportati in terre e tradizioni antiche;  dove il profumo dei ciliegi in fiore inebria questi  versi e ci accompagna in realtà  lontane, in cui la tradizione e lo spirito prevalgono. Forte è la figura della donna che si schiude, in queste liriche, come fior di pruno al sole estivo.
L’autore ci regala una poetica delicata, di altri tempi. I versi fluidi e appassionati rammentano le malinconie di un uomo. I suoi ricordi che tornano e plasmano i sensi, le sue ardite passioni, tormenti e i rinnovati desideri. 
  
“E guardavo quel ciliegio
ora sfiorito
 perduto -
che raccoglie i nostri amori:
e tacendo
li racconta al mondo.”

Liriche che ci portano in contesti metaforici di grande bellezza, dove si avverte il grande rispetto per il sentimento, nella sua totalità,  il quale viene descritto dall’ autore con accuratezza e amore per i particolari. Vi è sentore di grande spiritualità in questa raccolta, suddivisa in tre parti, che ci porta a conoscere correnti poetiche differenti: dalla poesia cinese a quella occidentale fino a
passare agli Haiku: piccole perle essenziali che racchiudono in un respiro una storia. L’amore, in questa silloge, diviene perno universale tra l’essere umano e gli elementi, i quali fluiscono, su queste pagine, unendo la parte umana a quella cosmica. L’autore ne evidenzia la loro costante presenza, riportando all'attenzione la loro silente complicità nei nostri giorni.

“Ma il ciliegio piangeva  perché già sapeva;
e luna,  tacendo, comprese”

Una poesia lontana, in certi versi, ma per questo preziosa, che custodisce il segreto di un animo che scrive, percepisce, sente e racconta le sue emozioni.

“Serba un segreto
Il viaggio della notte-
io lo conosco”

L’autore porta il lettore in un viaggio, quasi onirico, tra spirito e corpo, dove avvertiremo che l’essenza del viaggio è l’amore, perché non v’è nulla che possa unire, esseri di natura diversa, come esso.

Monica Pasero


Per acquistare cliccate qui




Nessun commento:

Posta un commento