ALDILA’NEI SOGNI DI OTIL FARG

L’autore nella sua semplicità dialettica, la quale trovo una grandissima dote in un bravo scrittore,esprime concetti ben definiti. Lo fa con spigliatezza ed ironia non indifferenti. Un viaggio interiore il suo, e seppur il contesto è di grande riflessione, non ci si trova di fronte a pagine pesanti, ma bensì ad uno scritto leggero,diretto da un dialogo appassionato tra i due protagonisti,che divertirà senza alcun dubbio il lettore. Il sorriso non mancherà in quest’ opera scorrevole, piacevolissima e per nulla scontata. Lito, il protagonista, intraprende un sogno che lo accompagna per un lungo periodo della sua vita. Divenendo quasi una sorta di vita parallela alla sua, in cui ogni notte viene trasportato alla ricerca della sua vera natura, dando così voce al suo subconscio. Ogni passaggio è spunto di riflessioni che possono essere di grande aiuto per il lettore. Tra queste pagine spicca l’esigenza primaria dell’essere umano: il bisogno di ritrovarsi, esprimendo appieno le proprie sensazioni. Aprendo così nuove visioni nel proprio futuro. Meditazioni queste che hanno suscitato in me come lettrice, e sicuramente lo faranno anche nei futuri lettori, quel desiderio di ribellione, di libertà, che convive da sempre nella nostra natura, ma viene troppo spesso sopito dalla paura del cambiamento. Ogni riga ci porta a ragionare su quanto sia importante imparare a conoscerci, e chi meglio del nostro inconscio può descriverci e farci capire dove stiamo sbagliando! Permettendoci così di ritrovare quella parte di noi soffocata troppo spesso dalla società che ci porta a vivere come tanti automi, in un quotidiano fatto di gesti sempre uguali, impedendoci di sentire, di assimilare: la nostra “Voce Interiore”, nella quale germoglia il sogno. E lì, che Lito intraprende questo cammino di rinascita. Tutto questo grazie anche alla giovane “cicerone” Luce, la seconda protagonista di questo racconto, figura chiave dai tratti enigmatici che conduce Lito attraverso i meandri delle sue incertezze, paure e desideri. In cui l’uomo vaglia a poco a poco la sua intera esistenza e ogni qualvolta che si abbandona al sonno impara a conoscersi un po’ di più. A capire cosa davvero desidera,cosa gli manca e cosa non vuole più nella sua vita. Riportando alla memoria ricordi sopiti dal tempo, rivalutando il suo cammino e i suoi compagni di viaggio. L’unica cosa certa è, che ora Lito vive ricercando nel sogno la sua realtà e Luce diventa la figura essenziale nell’uomo, idealizzata dal suo sub conscio o forse no ? Sogno trasformato in realtà ? o realtà che già era un sogno ? A voi le conclusioni. Consiglio caldamente la lettura di questo libro che ho letto con ampio respiro nel cuore. Ricordandovi, che spesso ci si dimentica che la buona lettura non è sempre scritta solo dai grandi nomi! Otil Farg e il suo libro “Aldila’ nei sogni” hanno una marcia in più, o forse molti sogni ancora da scrivere… Buona lettura !

Monica Pasero                                                                                  BOOK TRAILER

Nessun commento:

Posta un commento